Posted on Lascia un commento

I para rigori della Serie C

Fonte Corriere dello Sport 17-03-2020

Sulle pagine del Corriere dello Sport, Antonio Galluccio pubblica alcuni dati della serie cadetta nel girone A.

L’emergenza del Coronavirus ha sospeso tutte le attività sportive e, quando ci saranno le condizioni per tornare in campo si ripartirà dai responsi della classifica prima della stop forzato. Dopo 267 gare (l’ultima giornata al completo è la ventiseiesima), sono stati realizzati 625 gol con una media di 2,34 gol a partita. Due le Triplette e quaranta le doppiette. Analizzando i rigori: su dodici penalty, sono dieci i portieri che sono riusciti ad intercettarli: due da Facchin del Como e Pisseri della Pistoiese, uno da Valentini dell’Alessandria, Marenco e Leoni della Giana, Crespi del Gozzano, Loria della Juventus Under 23, Aresti dell’Olbia, Ghidotti della Pergolettese e Confente del Siena.

Matteo Pisseri ha iniziato la sua carriera al Parma. E’ stato uno dei portieri della Primavera dal 2008 al 2011, insieme a Andrea Gasparri, Stefano Russo e Daniele Agosti. Il primo grande salto nel 2011 al Renate disputando 33 partite nella Lega Pro seconda divisione. Nel 2012 passa in prestito al Cantanzaro, successivamente al Gubbio, Juve Stabia, Ternana, Monopoli, Catania e infine Pistoiese.

Davide Facchin ha giocato per 6 anni nelle giovanili del Milan. Nel 2007-2008 passa in prestito all’Olbia giocando regolarmente per tutta la stagione. Nei due anni successivi, sempre con la formula del prestito, è il portiere del Padova, e poi del Pavia raccogliendo però, solo 3 presenze con la squadra veneta e quattro con quella lombarda. Nel 2010, tuttavia, firma a titolo definitivo con quest’ultima.

Continua il suo percorso di crescita andando in prestito prima a Reggio Calabria (2 presenze) e Südtirol (9 presenze). Nell’estate del 2016 passa al Venezia, club con cui riesce a giocare con maggiore frequenza disputando 33 gare. Nel 2017-2018 passa alla Reggiana in prestito giocando regolarmente per tutta la stagione. Dal 2019 al Como.

Lascia un commento