Posted on Lascia un commento

Schroffenegger, la vita da para rigori

Fonte Ilaria Masini Tuttosport 18-03-2020

La numero uno della Florentia-San Gimignano è stata protagonista con la maglia della nazionale italiana al torneo dell’Algarve Cup. In particolare nella semifinale contro la Nuova Zelanda di dieci giorni fa quando è riuscita a neutralizzare il rigore: “Ero convinta di pararlo sin da quando l’arbitro ha fischiato. Poi è successo proprio così ed ero felice per la squadra. Era importante chiudere il primo tempo in vantaggio“.

Opponendosi a Rosie White, la squadra ha mantenuto il risultato di 1-0, evitando di fatto il pareggio delle avversarie. Alla fine è arrivata la finale con la Germania, vinta dalle tedesche per il ritiro delle azzurre: “Ci è dispiaciuto tanto, ma la salute è la cosa più importante. Ci saranno altre occasioni in campo. Mi sono goduta l’esperienza nella competizione dell’Algarve sin dal primo giorno. Un torneo con squadre forti ed essere potuta scendere in campo dopo così tanto tempo è stata una grande emozione. Essere rimasta a casa per un anno è stata dura, ma ho sfruttato il tempo al meglio per migliorarmi in campo, migliorare abitudini che magari nel passato non mi hanno aiutato, per rimettermi in forma. E alla fine il lavoro ha pagato. Sono felicissima per questo. Volevo rimettermi in gioco, giocare da titolare in Serie A, tornare nazionale. Il prossimo step sarà quello di meritarmi una riconvocazione in azzurro facendo bene in campionato. Gran parte del merito va alla mia società. Nel nostro piccolo stiamo facendo tutti quanti un ottimo lavoro, dall’allenatore, e soprattutto nel mio caso quello dei portieri Andrea Cerboneschi, Sino alle ragazze, passando dallo staff alla dirigenza. Mi fanno stare bene, tranquilla, mi sento importante nella Florentia-San Gimignano. Sento di ricevere tanto dalla società e sto cercando di ripagarla con il mio lavoro. E un grande grazie a chi si prende cura di me tutti giorni. Ero convinta, dopo qualche infortunio di troppo, di poter tornare ancora ad alti livelli. Sono convinta che se ognuno fai sacrifici richiesti la situazione migliorerà presto“.

Schroffenegger, italianissima e classe’91 nata a Bolzano, ha avuto esperienze anche nel campionato tedesco, in particolare nel Bayern Monaco con cui ha vinto un campionato nel 2014-15 e successivamente ha indossato la maglia del Bayer Lerverkusen. Titolare all’Europeo Under 19 vinto nel 2008 in Francia. In Italia, con la maglia dell’Inter, ha vinto conquistato la promozione in Serie A dimostrando di essere determinante nella cavalcata delle ragazze nerazzurre. In Estate lo scambio con Marchitelli, finita in Lombardia. Detiene il record a non aver subito gol dalla Juventus in Serie A, l’unica tra le sue colleghe.

Lascia un commento