Posted on Lascia un commento

Serie A, i rigori sono stregati. In Europa siamo quelli che sbagliano di più

Il livello del nostro campionato è sceso a tal punto che non sappiamo più tirare i rigori. Frase provocatoria ed esterofila. Sicuramente ingenerosa e parziale, perché non tiene conto dell’altra sponda, quella dei portieri, delle loro abilità e del loro studio degli attaccanti avversari. Eppure le statistiche confermano questa sensazione. È così: rispetto ai 5 maggiori campionati europei siamo i più imprecisi dagli 11 metri, con una percentuale di successo del 70,7%. Ci precedono, in ordine crescente, la Liga spagnola (77,7%), il campionato francese (78,1%), la Premier inglese (79,4%) e la Bundes tedesca, che non sgarra nemmeno dal dischetto (82,5%).

  1. ITALIA: SERIE A 70,7% — L’ultima gara della 31ª giornata è stata esemplare. Diamanti ha aggiornato le statistiche portando a 4 gli errori dal dischetto della Fiorentina su 4 penalty concessi: è record negativo in Europa. Nel nostro campionato sono stati assegnati 92 rigori, 27 non sono andati a buon fine (65 quindi le realizzazioni). È il dato peggiore fra i top del continente, sia in termini assoluti, sia in valore percentuale (29,3% il dato che quantifica l’imprecisione dei tiratori in Serie A). Dal dischetto (stregato) si commette in media un errore ogni 3,4 tentativi. Dalla statistica nefasta si salvano solo Milan — che con 9 centri su 9 è quello che in Europa ne ha realizzati di più con una percentuale del 100% — Sampdoria (2/2), Empoli (3/3) e Parma (1/1). Alcune curiosità: Menez è lo specialista incontrastato, con 8 rigori tutti a segno; porte stregate per la Fiorentina (zero su quattro) e il Chievo (1 rigore: sbagliato) L’Udinese invece è, insieme al Leverkusen, l’unica squadra fra i 5 campionati europei a non aver mai beneficiato di un penalty.

[jwplayer mediaid=”8106″]

  1. SPAGNA: LIGA 77,7% — I più vicini alla Serie A per rigori falliti sono gli spagnoli, che ne hanno tirati 94 (due in più di noi), ma ne hanno realizzati 73 contro i nostri 65. La percentuale di errore è del 22,3%. A beneficiare di più tiri dagli undici metri è stato il Real Madrid: 11, di cui 10 a segno. Nell’eterna lotta tra i due giganti di Spagna, Cristiano Ronaldo batte Messi solo in termini di percentuale. Il portoghese, su 10 rigori, ne ha realizzati 9, cioè il 90%, mentre Messi è a 4 su 5, quindi l’80%. Chi si è presentato più volte dal dischetto senza mai fallire è Mario Mandzukic dell’Atletico, che vanta un 3 su 3.
  2. FRANCIA: LIGUE 1 78,1% — Subito sopra la Spagna, ci sono i francesi: 114 tirati (il dato più elevato), 25 sbagliati per una percentuale di errore del 21,9%, comunque migliore del nostro 29,3%. Il Psg è il club che ha realizzato più reti dal dischetto non solo in Francia, ma anche tra i cinque maggiori campionati d’Europa: ben 11, con un solo errore. Ibra e Lacazette (Lione) i più “presenti” dagli undici metri con 7 reti a testa. Curioso il dato del Metz, penultimo in classifica e con il peggior attacco del campionato: 28 reti, di cui però ben 8 segnate su rigore (su 10 tentativi). Solo i parigini hanno capitalizzato di più.
  3. INGHILTERRA: PREMIER 79,4% — Si riducono ancora i margini di errore nel campionato inglese: 68 tiri dal dischetto e 54 realizzazioni. Per vedere uno sbaglio bisogna attendere quasi 5 rigori. Il Chelsea guida la classifica e dà il buon esempio con un 3 su 3 ad opera dell’infallibile Hazard, che dal dischetto ha le stesse cifre di Berahino del Wba e Jedinak del Crystal Palace (3/3). Lo specialista però è fra gli inseguitori di Mourinho, ovvero Santi Cazorla, che con l’Arsenal ha segnato tutti e sei i rigori tirati in campionato.
  4. GERMANIA: BUNDESLIGA 82,5% — In testa alla classifica ci sono i tedeschi, iper corretti in tutti i sensi. La Bundesliga è il campionato con meno rigori assegnati (63, anche se in 29 gare) e con la più alta percentuale di realizzazione (82,5%). Solo undici errori dagli undici metri: c’è simmetria anche in questo. Bayern e Mainz i più virtuosi, con 5 rigori calciati senza commettere errori. Per l’armata di Guardiola, Müller e Robben si spartiscono le realizzazioni (3 e 2), ma l’infallibile di Germania è Paul Verhaegh dell’Augsburg: 5 volte dal dischetto e nessun errore. Una sorta di esclusiva, perché l’unica volta che al tiro è andato un compagno (Tobias Werner contro il Wolfsburg) , la palla non è entrata.

[jwplayer mediaid=”8458″]

  1. GERMANIA: BUNDESLIGA 82,5% — In testa alla classifica ci sono i tedeschi, iper corretti in tutti i sensi. La Bundesliga è il campionato con meno rigori assegnati (63, anche se in 29 gare) e con la più alta percentuale di realizzazione (82,5%). Solo undici errori dagli undici metri: c’è simmetria anche in questo. Bayern e Mainz i più virtuosi, con 5 rigori calciati senza commettere errori. Per l’armata di Guardiola, Müller e Robben si spartiscono le realizzazioni (3 e 2), ma l’infallibile di Germania è Paul Verhaegh dell’Augsburg: 5 volte dal dischetto e nessun errore. Una sorta di esclusiva, perché l’unica volta che al tiro è andato un compagno (Tobias Werner contro il Wolfsburg) , la palla non è entrata.

[Fonte: Gazzetta dello sport]

Lascia un commento