Posted on Lascia un commento

La partita vista dai pali: l’analisi dei portieri Strakosha e Szczesny nel derby Roma-Lazio

di Giovanni Albanese (www.bordocampo.net)

Condividere con i compagni il merito di aver tenuto la porta inviolata contro il miglior attacco d’Europa (contro campioni del calibro di Messi, Neymar e Suarez) e di un miracolo fatto nella gara d’andata col Barcellona su Iniesta, è da campione. Ma giocare con la stessa intensità e attenzione anche contro squadre meno blasonate del Barcellona, con la stessa voglia e fame di un ragazzino, è da numero uno al mondo.

Così Gianluigi Buffon ha dimostrato di essere quasi un extraterrestre nell’ultima sfida della Juventus a Bergamo. Perché, se da un lato ha potuto fare poco sulle due reti subite, dall’altra si è reso protagonista di parate importanti che hanno messo nelle condizioni i bianconeri di sfiorare la vittoria sul finale. Non la migliore partita da parte della squadra, ma tra i pali la sicurezza di Gigi è sempre stata una garanzia.

In tema di sicurezza, va segnalata nell’ultima giornata di Serie A la prestazione di Puggioni in Torino-Sampdoria. L’estremo difensore blucerchiato, che sta giocando al posto dell’infortunato Viviano, ha spiegato così la sua posizione molto alta: “Il mister chiede di uscire sulla palla quando questa scavalca la linea di difesa. Si tratta di leggere alcune giocate con un minimo di anticipo e farsi trovare pronto”. Così contro i granata il portiere ha fatto qualche uscita molto alta, risolvendo un paio di situazioni difficili. Dalla parte opposta, invece, Hart ha fatto un paio di parate che alla fine hanno avuto il loro peso sul risultato.

 

🗣forzaaaa lazioooo ⚪️🔵

Un post condiviso da NEVER GIVE UP (@thomas_strakosha) in data:

La sfida tra i portieri nel derby della Capitale, invece, la vince Strakosha: l’estremo difensore della Lazio fa due grandissimi interventi su Dzeko e per un niente non respinge il tiro dagli undici metri di De Rossi. Per Szczesny, sul fronte opposto, un paio di parate buone su Parolo e forse qualche rammarico per non aver anticipato il tuffo sulla prima rete di Keita.

Nell’altro big match tra Inter e Napoli, invece, Handanovic sembra il miglior in campo tra i nerazzurri malgrado la sconfitta. Determinante per tenere la partita aperta fino alla fine, infatti, la parata del portiere su Rog a metà secondo tempo. Solita prova di esperienza, invece, per Reina.

LE ALTRE PARTITE DI SERIE A VISTE DAI PALI

BOLOGNA – UDINESE

Mirante – Attento quando chiamato in causa, impeccabile.

Karnezis – Sulla terza rete subita potrebbe fare qualcosa di più.

 

CAGLIARI – PESCARA

Rafael – Ancora una volta il migliore in campo della sua squadra.

Fiorillo – Non corre grossi pericoli nel corso dei novanta minuti.

 

CROTONE – MILAN

Cordaz – Diverse volte risolutivo tra i pali, bella prova.

Donnarumma – Anche lui viene più volte chiamato in causa, bravo a inizio ripresa.

 

EMPOLI – SASSUOLO

Skorupski – Giornata negativa, non perfetto sulle reti subite.

Consigli – Prestazione maiuscola, si rende protagonista sul finale.

 

GENOA – CHIEVO

Lamanna – Incolpevole sulle reti, paga il momento negativo della squadra

Sorrentino – La sua esperienza è fondamentale per il reparto arretrato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.