Posted on Lascia un commento

Com’è difficile scoprire un campione

di Valerio Perseu

La dolorosa eliminazione dal Mondiale porta anche a riflettere sulla scoperta e formazione dei nuovi talenti.

Il calcio è lo sport più di uso in Italia, ma questo non può bastare. Cerchiamo di capire quali sono i criteri degli osservatori – armati magari solo di intuito e taccuino – che vanno sui campi nella speranza di scoprire qualche nuovo campione. Uno su mille ce la fa a diventare un calciatore professionista, lo ripetiamo sempre. Ma chi sono i talent scout che per lavoro vanno a caccia delle future star?

[KGVID width=”640″ height=”920″]https://www.ilnumero1.it/wp-content/uploads/2017/12/Manuel-Neuer-5-anni.mov[/KGVID]

La clamorosa esclusione dell’Italia dai prossimi mondiali di calcio di Russia 2018 ha lasciato una profonda ferita nei cuori di milioni di tifosi della nostra nazionale. Una profonda delusione e un vuoto che si farà sentire più forte la prossima estate, quando tantissimi appassionati di calcio non potranno assistere alle gesta in diretta televisiva dei nostri azzurri. In questi giorni si è fatto un gran discutere sulle cause che hanno portato a questa inaspettata débacle, portando infine ad una attenta riflessione che ha coinvolto tutto il sistema calcio nazionale, con il chiaro obiettivo di individuare le reali cause della nostra decadenza calcistica. Uno degli ambiti su cui i riflettori si sono puntati è quello del calcio dilettantistico e giovanile, riserva e fulcro dei futuri talenti del calcio italiano, accusato di non riuscire più di individuare e formare nuovi campioni capaci in prospettiva di riportare, un giorno, la nostra nazionale ai massimi livelli. Questo è il settore principale dove operano gli osservatori calcistici, i talent scout che hanno come obiettivo quello di scovare e segnalare i futuri Totti e Del Piero. Lo scouting negli Stati Uniti e nelle grandi nazioni europee è senza dubbio una colonna portante dello sport business calcistico, mentre fatica ad esserlo invece nel nostro paese, dove a stento si riesce a renderlo una professione qualificata. «Per troppo tempo le società sportive si sono affidate all’improvvisazione e a metodologie antiquate», ci rivela Paolo Valente, responsabile marketing della Dreaming Football, giovane realtà dello scouting calcistico che collabora attualmente con il Chievo. «Bisogna applicare un nuovo approccio sistemico – continua Valente – rivoluzionare il modo di valutare i ragazzi e formare personale per un settore che, specie in un periodo di crisi, è assolutamente cruciale». Continua a leggere Com’è difficile scoprire un campione

Posted on Lascia un commento

IFFHS, è Neuer il miglior portiere del 2016. Buffon allunga il suo record

L’IFFHS (International Federation of Football History and Statistics) ha stilato come di consueto una classifica annuale per assegnare il primato al miglior portiere del 2016. E per il quarto anno consecutivo a vincere è stato Manuel Neuer, al primo posto con 151 punti. Secondo posto per Gigi Buffon (l’unico ad averne collezionato 5), con 91, mentre al terzo posto si è classificato Rui Patricio, campione d’Europa con il Portogallo. Dunque, dopo Bundesliga, Coppa di Germania e Supercoppa arriva una gioia personale per il portiere del Bayern Monaco. Il Capitano della Juventus e della Nazionale,  il quale detiene il record di presenze consecutive nei primi 10 classificati (da 17 anni, dal 1999 al 2015) in classifica, è secondo nella classifica generale con 4 vittorie. In basso la classifica del 2016 e quella generale.

[Fonte]

La classifica completa:

  1. Manuel Neuer (Germania/Bayern Munich): 156 punti
  2. Gianluigi Buffon (Italia/Juventus): 91
  3. Rui Patricio (Portogallo/Sporting): 50
  4. Claudio Bravo (Cile/Barcelona/City): 45
  5. David de Gea (Spagna/Manchester Utd): 37
  6. Jan Oblak (Slovenia/Atletico Madrid): 31
  7. Hugo Lloris (Francia/Tottenham): 29
  8. Keylor Navas (Costa Rica/Real Madrid): 18
  9. Thibaut Courtois (Belgio/Chelsea): 13
  10. Denis Onyango (Uganda/Mamelodi Sundowns): 5

Classifica Generale:

zenga_portiere_dellanno_iffhs

  1. Iker Casillas (Spagna) 5
  2. Gianluigi Buffon (Italia), Manuel Neuer (Germania) 4
  3. Oliver Kahn, José Luis Chilavert (Paraguay), Walter Zenga (Italia) 3
  4. Peter Schmeichel 2 (Danimarca)
  5. Michel Preud’homme (Belgio), Andreas Köpke (Germania), Fabien Barthez (Francia), Petr Čech (Repubblica Ceca), Jean-Marie Pfaff (Belgio), Rinat Dasaev (Unione Sovietica) 1

Posted on 2 commenti

L’allenamento di Neuer e Reina: analisi del bloccaggio tra le gambe

Partita perfetta degli uomini di Lucien Favre che grazie ad una doppietta di Raffael  fanno lo sgambetto alla capolista conquistando tre punti fondamentali nella corsa alla Champions League. Continua a leggere L’allenamento di Neuer e Reina: analisi del bloccaggio tra le gambe

Posted on Lascia un commento

Il miglior portiere del 2013 è Neuer: L’IFFHS lo incorona

Il portiere del Bayern, Manuel Neuer, è stato eletto il miglior portiere al mondo nel 2013. Alle sue spalle si è piazzato Gigi Buffon.

L’arrivo del 2014 ha portato con se alcuni verdetti del 2013. In attesa di capire chi farà suo l’ambito Pallone d’Oro, questi giorno giorni dedicati ad altri importanti riconoscimenti

Uno di questi riguarda quello relativo al World’s Best Goalkeeper, ovvero al premio che l’Istituto Internazionale di Storia e Statistica del Calcio annualmente assegna al miglior portiere della stagione dal 1987.

Ad imporsi nel 2013 è stato l’estremo difensore del Bayern, Manuel Neuer. Il tedesco succede ad Iker Casillas che dopo le ultime cinque vittorie consecutive si è dovuto accontentare del sesto posto.

Neuer si è imposto con 211 punti, alle sue spalle si sono piazzati Gigi Buffon e Peter Cech rispettivamente con 78 e 64 punti.

Per Neuer si tratta del primo successo, colui che si è fregiato più volte di questo titolo è invece Casillas con cinque affermazioni, Buffon ha trionfato invece in quattro edizioni.

[Fonte]

Posted on Lascia un commento

Iker Casillas è il miglior portiere del 2011

Cliccka per ingrandire

Iker Casillas è il miglior portiere del 2011. A stabilirlo è l’Iffhs, l’Istituto di Storia e Statistica del calcio, che mette il numero uno del Real Madrid e della nazionale spagnola in cima alla lista degli estremi difensori per l’anno appena trascorso con la bellezza di 248 punti. Molti, se si pensa che il secondo in classifica, Manuel Neuer del Bayern Monaco ne ha raccolti 130, mentre Victor Valdes, portiere del Barcellona, si è fermato a quota 114.

Il primo italiano nella classifica dei migliori portieri è Gigi Buffon (quarto), che ha collezionato 63 punti, mentre l’interista Julio Cesar non è riuscito ad andare oltre l’ottavo posto. Undicesima piazza per Stekelenburg, numero uno della Roma, seguito da Christian Abbiati del Milan. Per il portierone spagnolo si tratta della quarta affermazione in questa speciale classifica, proprio come Gigi Buffon, che si è imposto nel 2003, nel 2004, nel 2006 e nel 2007.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=NIBwdHkY_Os[/youtube]