Pubblicato il Lascia un commento

L’editoriale di Claudio Filippi: L’evoluzione del portiere

Claudio Filippi è stato l’autore dell’editoriale per la rivista Scienza e&Sport. Ora è disponibile per i nostri lettori. 

Che tipo di atleta è diventato il portiere? Questa è stata una delle domande che mi ha posto il direttore di Scienza&Sport, Ferretto Ferretti e mi ha spinto ad accettare la richiesta di scrivere “l’editoriale”.

Infatti, il ruolo del portiere, come avviene per atleti di altre discipline, deve rimanere sempre al passo coi tempi; è in continua evoluzione e presenta dei cambiamenti importanti secondo diversi aspetti. In primo luogo, il numero uno ora ha una struttura fisica importante: nell’ultimo Mondiale la statura media dei portieri è stata di 187,68 ± 5,19 cm (L’evoluzione tecnico tattica del portiere da Usa 1994 a Brasile 2014, Filippi & Squinzani – Calzetti e Mariucci Editore). Se consideriamo, invece, solo gli under 23 europei presenti alla rassegna iridata, la statura sale a 192 ± 3,83. Il peso? Attorno ai 90 kg. In pratica, un fisico imponente che deve essere anche “veloce” ed elastico.

In secondo luogo, sta variando anche l’interpretazione della tecnica propria del ruolo. Il gioco è diventato più rapido, i palloni pure (e a volte assumono traiettorie poco “prevedibili”) e le richieste tecnico-tattiche sono numerose: infatti, gli estremi difensori devono saper giocare “sotto pressione” coi piedi. Cosa significa? Che, tatticamente parlando, devono gestire al meglio la palla coi piedi, disimpegnandosi da situazioni di difficoltà con gli avversari in pressing (il 45,32% delle giocate coi piedi nel Mondiale scorso è avvenuto in una situazione di pressione). Ecco che il primo controllo e la successiva giocata diventano fondamentali. Non basta più, come in passato, rilanciare lungo (o fuori), ma bisogna orientare la ricezione e soprattutto “leggere” il gioco per eseguire un passaggio “sicuro” e utile allo sviluppo della manovra.

Inoltre, come detto, vi sono l’instabilità e l’imprevedibilità dei palloni, che possono cambiare traiettoria improvvisamente a seconda di come calciati: nel momento in cui si è verificato tale cambiamento, molti numeri uno (coi loro mister) hanno privilegiato la deviazione alla presa. Tutto corretto, ci mancherebbe, ma una vera discriminante tra un buon portiere e uno di livello assoluto è proprio l’abilità di “bloccare” le conclusioni. Coi logici vantaggi che si verificano: si ferma immediatamente l’azione avversaria (evitando pericolose ribattute a rete) e soprattutto si può dare il là a una transizione rapida e micidiale (per la quale è indispensabile una veloce “lettura” per scegliere dove indirizzare il pallone). Ecco perché è necessario tornare a incentivare la presa.

Continuando l’analisi, come non toccare l’aspetto delle “uscite basse”. O meglio delle “uscite basse” scoraggiate dal regolamento: infatti, in caso di uscita e scontro con l’attaccante… si rischiano rigore, espulsione e squalifica. Perciò, molti portieri italiani hanno mutuato tecniche da scuole diverse, come quella spagnola, argentina… optando per azioni a “croce” per opporsi in 1 contro 1 agli avversari. Un atteggiamento interpretato per lo più in forma passiva che mira a farsi colpire dal pallone e non a intercettarlo. E anche in tal caso è necessario tornare ad “attaccare la palla”, cambiando all’occorrenza “rotta”. Sarà, quindi, importante lavorare sulla distinzione tra l’uscita bassa e l’accompagnamento dell’attaccante mantenendo la posizione d’attesa. Lasciamo perdere le mode! In più, sarebbe auspicabile un comportamento più cavalleresco degli attaccanti che, invece di ricercare il contatto, possono provare a “saltare” il numero uno… come una volta!

Prima di concludere, vorrei porre l’attenzione su un ultimo punto: l’insegnamento della tecnica! Penso che noi allenatori dei portieri stiamo attraversando un periodo “confusionario”, passatemi il termine. Proponiamo parecchie esercitazioni con il pallone che prevedono tutto nello stesso momento, una sorta di “macedonia”: saltelli, sprint, rotolamenti, azioni che mirano all’incremento della forza, richieste psicocinetiche varie… ma non correggiamo i gesti. E’ la padronanza tecnica, il tratto distintivo della scuola italiana, rischia di perdersi. Dobbiamo, come avviene in altri sport, tornare a un lavoro specifico, proprio del ruolo, fin dal settore giovanile.

Pubblicato il Lascia un commento

Esce il nuovo libro di Claudio Filippi e Luca Squinzani: L’evoluzione tecnico-tattica del portiere

Aggiornamento 27-06-2015: Partecipa all’evento L’evoluzione tecnico-tattica del portiere, da USA 94 a Brasile 2014 per usufruire del 20% di sconto e senza spese di spedizione!

Aggiornamento 7-05-2015: Finalmente è disponibile per l’acquisto. Per maggiori informazioni leggi il nostro nuovo articolo: Disponibile per l’acquisto L’evoluzione tecnico-tattica del portiere da USA 1994 a Brasile 2014

5400 clip video selezionate, 4179 interventi registrati, 64 partite analizzate, 49 rigori analizzati, osservati 43 portieri impiegati sui 96 in rosa, 133 prestazioni analizzate. Con questi numeri si presenta il libro di Claudio Filippi e Luca Squinzani (Juventus F.C. settore giovanile).

L'evoluzione tecnico-tattica del portiere, da USA 94 a Brasile 2014

Gli autori sono partiti dalla convinzione che nel variegato mondo del calcio, spesso risulta difficile e complesso, ai meno esperti o meno attenti osservatori ed analisti tecnici del ruolo, riuscire ad inquadrare in modo chiaro la prestazione dei portieri sotto tutti i suoi aspetti (Ndr: dalle note degli autori). Continua a leggere Esce il nuovo libro di Claudio Filippi e Luca Squinzani: L’evoluzione tecnico-tattica del portiere

Pubblicato il Lascia un commento

Intervista a Claudio Filippi e a Ernesto Paolillo

[jwplayer mediaid=”8299″]

Continuano le interviste allo staff tecnico della Juventus. Pubblicata direttamente sul canale ufficiale di Youtube, l’allenatore dei portieri (e nostro co-autore) Claudio Filippi parla degli allenamenti di questi primi giorni di ritiro a Chatillon.

Sul canale ufficiale dell’Inter invece è stata pubblicata l’intervista a Ernesto Paolillo, (dirigente della squadra nerazzurra) in merito alla stagione del settore giovanile. Nella storia del calcio giovanile nessuna società è mai riuscita a vincere 3 titoli nazionali. Le categorie Giovanissimi nazionali, Beretti e Primavera infatti si sono aggiudicate il titolo di campione d’italia, obiettivo sfumato solo alla categoria Allievi nazionali, titolo aggiudicato tra l’altro dalla Sampdoria dove tra le sue fila pare si sia distinto un giovane portiere classe 95 di nome Wladimiro Falcone (attualmente in ritiro con la prima squadra).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ddzOVWE1a_8[/youtube]

 

Autore: Claudio Filippi

[slideshow id=1]

Titoli Accademici e Qualifiche Tecniche
• Diplomato presso l’I.S.E.F. Statale di Roma nel 1989.
• Istruttore di calcio, conseguito nel 1992.
• Preparatore Atletico Professionista, conseguito nel 1994 durante il 4° corso centrale a Coverciano.
• Allenatore di Base U.E.F.A., conseguito nel 1997.

Attività Universitaria
• Assistente volontario presso il Laboratorio di Biomeccanica, diretto dal Prof. Manoni A., dell’I.S.E.F. Statale di Roma dal 1993 al 1998.
• Correlatore di numerose Tesi di Diploma, presso l’I.S.E.F. Statale di Roma, con argomenti riguardanti il portiere di calcio.
• Docente al Corso di Laurea Specialistica in Scienza e Tecnica dello Sport, presso lo IUSM di Roma nel 2007, nel 2008 e nel 2009.

Pubblicazioni, Relazioni e Collaborazioni
• Autore di numerosi articoli, in riviste specializzate di calcio, relativi alla formazione del portiere di calcio.
• Autore del Libro: Manoni A. Filippi C. “Prestazioni tecnico-tattiche dei più grandi portieri del mondo – Scout della partita”. Ed. S.S.S. Roma 1995
• Autore della Videocassetta: Filippi C. Di Iorio L.. “Allenare il portiere – Nuova Metodologia” edita da Il Nuovo Calcio nel 1995
• Autore del DVD: Filippi C. “L’Attacco alla palla” edito da Calzetti & Mariucci nel 2006
• Collaboratore della Rivista “Il Nuovo Calcio” per l’anno 2006, 2007, 2008.
• Relatore in Italia e all’estero in numerosi seminari, convegni e master di aggiornamento, con argomenti relativi alla formazione del portiere di calcio.
• Responsabile dello stage, finalizzato alla valutazione fisica e tecnica, dei portieri della Nazionale U.15 (classe 1983) e U.18 (classe 1980) tenutosi a Roma nel marzo 1999.
• Responsabile dello stage, finalizzato alla valutazione fisica e tecnica, dei portieri della Nazionale U.15 (classe 1984) e U.18 (classe 1981-82) tenutosi a Coverciano nel marzo 2000.


Facente funzione di Allenatore dei Portieri Settore Giovanile

• stagione sportiva 1994-1995 S.S. GTM Roma
• stagione sportiva 1995-1996 S.S. GTM Roma
• stagione sportiva 1996-1997 S.S. GTM Roma
• stagione sportiva 2005-2006 A.S. Roma

Facente funzione di Allenatore dei Portieri 1^ Squadra

  • stagione sportiva 1992-1993 A.S. Ladispoli s.r.l. (C.N.D.)
  • stagione sportiva 1993-1994 A.S. Ladispoli s.r.l. (C.N.D.)
  • stagione sportiva 1994-1995 A.S. Ladispoli s.r.l. (C.N.D.)
  • stagione sportiva 1995-1996 U.S. Latina (C.N.D.)
  • stagione sportiva 1996-1997 A.S. Ceccano (C.N.D.)
  • stagione sportiva 1997-1998 A.S. Fidelis Andria (Serie B)
  • stagione sportiva 1998-1999 A.S. Fidelis Andria (Serie B)
  • stagione sportiva 1999-2000 A.S. Fidelis Andria (Serie C1)
  • stagione sportiva 2000-2001 A.C. Chievo Verona (Serie B)
  • stagione sportiva 2001-2002 A.C. Chievo Verona (Serie A)
  • stagione sportiva 2002-2003 A.C. Chievo Verona (Serie A-Coppa Uefa)
  • stagione sportiva 2003-2004 A.C. Chievo Verona (Serie A)
  • stagione sportiva 2004-2005 A.S. Roma (Serie A-Champions League)
  • stagione sportiva 2006-2007 A.C. Siena (Serie A)
  • stagione sportiva 2007-2008 A.C. Parma (Serie A)
  • stagione sportiva 2008-2009 A.C. Chievo Verona (Serie A)
  • stagione sportiva 2009-2010 A.C. Chievo Verona (Serie A)
  • stagione sportiva 2010-2011 Juventus FC (Serie A-Europa League)
  • stagione sportiva 2011-2012 Juventus FC (Serie A)
  • stagione sportiva 2012-2013 Juventus FC (Serie A-Champions League)
  • stagione sportiva 2013-2014 Juventus FC (Serie A-Champions League)
  • stagione sportiva 2014-2015 Juventus FC (Serie A-Champions League)
Pubblicato il 4 commenti

Intervista a Claudio Filippi

[jwplayer playlistid=”8295″]

L’intervista presente su il numero1.it è solo una sintesi (divisa in 3 parti da 6 minuti) di quella disponibile sul blog di Mario Vella (durata 55 minuti). Questa nostra scelta non vuole discriminare l’ottimo lavoro dell’autore, ma semplicemente mettere in evidenza alcuni aspetti da noi ritenuti più importanti.

[ad code=2]

Claudio Filippi, allenatore dei portieri del Chievo Verona (ideatore/fondatore/autore del blog), è stato intervistato da Mario Vella. Tante le informazioni, più che ricette un metodo. “Quello dell’allenatore è una figura d’insegnante. Per insegnare bisogna conoscere. Quindi per conoscere bisogna studiare“. Non ci sono ricette uniche nell’allenamento, ma metodi. Claudio ci racconta dell’idea e della filosofia dell’attacco alla palla, da cosa nasce e la conseguente esigenza di nuovi aspetti tecnici. Argomenti trattati sui giovani portieri, sul compito del blog e tanto altro. Un’occasione unica per ascoltare una figura che (quasi) mai compare nei salotti televisivi, eppure sta lì ad addestrare/allenare il numero1.

Pubblicato il Lascia un commento

Jgoalkeeper 2018: la prima puntata con il Filippi Push

La sagoma nuova che abbiamo introdotto, l’abbiamo realizzata insieme alla ditta Air-Body di nazionalità tedesca. In realtà è una sagoma gonfiabile con le maniglie. Questo ci torna utile in diverse situazioni: come oppositore nei contrasti con lo scopo di simulare nell’uscita alta la possibilità con uno scontro con gli avversari. Oppure tante volte in una situazione di cross c’è un attaccante che salta non colpisce la palla e quindi il portiere deve essere attento a valutare la traiettoria ma anche il movimento degli attaccanti. Questo tipo di sagoma è uno strumento anche per quello. L’abbiamo usata anche per simulare quelle punizioni che sono a rientrare verso la porta e dove gli attaccanti arrivano tutti verso la porta e talvolta toccano e non toccano la palla e spesso la palla finisce in porta. Per questo genere si situazioni abbiamo messo appunto questo strumento che secondo me è assolutamente prezioso“. Claudio Filippi

Ricordiamo a tutti i lettori che Sabato 9 Giugno 2018 presso il centro sportivo “Fulvio Bernardini” Via dell’Acqua Marcia, 51, 00158 Roma RM, ilnumero1.it in collaborazione con Ecopneus e Uisp Roma presenteranno il convegno “Dall’allenamento del portiere nell’attività di base all’alta specializzazione”. Tra i relatori Claudio Filippi (Juventus FC) “L’allenamento del più grande portiere del mondo” e Marco Garofalo (SS Lazio) “L’attività motoria e l’addestramento tecnico del giovane portiere“. L’evento sarà gratuito e per un numero ristretto di persone. Coloro che vorranno partecipare dovranno effettuare l’iscrizione sul blog nei prossimi giorni. Tutti i dettagli a questa pagina: https://www.ilnumero1.it/prodotto/dallallenamento-del-portiere-nellattivita-di-base-allalta-specializzazione-roma/

Guarda la seconda puntata