Posted on Lascia un commento

Parate amicizia e scherzi Juve, il clan dei portieri

di Paolo Pirisi (Tuttosport)

Szczesny, Buffon e Pinsoglio si allenano sempre insieme: ne è nato un club che si frequenta anche fuori dal campo

In ogni famiglia, esiste un capo. La cosiddetta persona che porta i pantaloni. Nel gruppo di portieri della Juventus l’identikit è presto fatto: Claudio Filippi, il preparatore apprezzato da tutti, considerato non solo un collaboratore tecnico, ma spesso persino un confidente, una persona con la quale potersi confrontare quotidianamente. L’armonia che si è creata giorno dopo giorno negli anni, sul campo, ha fatto sì che i numeri uno passati da Vinovo e dalla Continassa componessero una vera e propria famiglia. In cui tutti sono importanti. E tutti, allo stesso modo, indispensabili.

Continua a leggere Parate amicizia e scherzi Juve, il clan dei portieri
Posted on Lascia un commento

Jgoalkeeper: presa e destrezza

Come riesce il portiere a trattenere il pallone che gli sta sfuggendo dalle mani? L’estremo difensore percepisce la poca aderenza con il pallone e, con le dita, effettua dei movimenti fini ma decisi per evitare il distacco. Gli esercizi di manualità sono un ottimo strumento propedeutico per il gesto tecnico della presa e imparare a destreggiarsi con l’oggetto di gioco è un’attività che dipende dalla capacità coordinativa occupo-manuale. Tutte le attività sportive di coordinazione ovulo-manuale sono open skill.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Da grandi azioni derivano grandi capacità 😜 #ilnumero1 #goalkeeper #portiere #golie #portero #howard #buffon

Un post condiviso da Marco Garofalo (@marcogflo) in data:

In definitiva, le mani del portiere sono come quelle di un chirurgo. Mani rozze pregiudicano il gesto tecnico della presa (leggi anche: https://www.ilnumero1.it/la-presa-alla-figura/). Continua a leggere Jgoalkeeper: presa e destrezza

Posted on Lascia un commento

Claudio Filippi: chi è l’uomo che prepara i numeri uno della Juve

di Giovanni Albanese (Juventusnews24.com)

Dal Chievo al Chievo: Claudio Filippi si appresta a cominciare con nuovi obiettivi la sua nona stagione alla Juve

L’inizio di campionato per la Juve sul campo del Chievo sarà inevitabilmente speciale. Riflettori puntati su Cristiano Ronaldo, che esordirà in Serie A allo Stadio Bentegodi come fece Maradona. Ma sarà un inizio speciale anche per Claudio Filippi, preparatore dei portieri della Juventus, giunto in bianconero in punta di piedi nel 2010 dopo essersi messo in luce proprio nello staff tecnico dei clivensi. A lui, col tempo diventato il massimo riferimento della scuola juventina dei portieri, si deve l’ottima prestanza di Gigi Buffon in questi anni e la crescita di tutti gli altri estremi difensori. Continua a leggere Claudio Filippi: chi è l’uomo che prepara i numeri uno della Juve

Posted on Lascia un commento

L’allenamento del portiere: dall’attività di base all’alta specializzazione (Foto e video)

Abbiamo fatto sul serio, siamo passati dalle parole alle..parate!

di Peppe Aquaro (Corriere della sera)

Sabato 9 giugno, stage per giovani portieri sul prato sintetico (al Centro sportivo Bernardini) realizzato con gomma riciclata da pneumatici fuori uso

E mentre tutti mettono gli occhi addosso ad Allison, il talentuoso portiere brasiliano della Roma, c’è chi non perde tempo e punta ai portieri del futuro. Quelli che cresceranno e pareranno domani. Perché saranno pure da ammirare i vari Perin, Buffon e Donnarumma, ma vuoi mettere quei ragazzini che amano tuffarsi inseguendo il loro sogno, e basta.

Ne sanno qualcosa Claudio Filippi e Marco Garofalo, rispettivamente preparatori dei portieri della Juventus e del settore giovanile della Lazio, chiamati, sabato 9 giugno, a svelare ai più giovani tecniche e segreti per diventare dei discreti numeri uno.

Continua a leggere L’allenamento del portiere: dall’attività di base all’alta specializzazione (Foto e video)

Posted on Lascia un commento

La prima giornata in bianconero di Mattia Perin

Fonte Gazzetta dello Sport 09-06-2018

ll neo portiere bianconero, dopo aver svolto le visite mediche, si è presentato così ai microfoni di J TV: “Arrivo in punta di piedi con la massima umiltà, ho tanto da imparare ma spero quest’anno dare il mio contributo quando serve e di farmi trovare pronto. C’è stato un forte interesse del club, quando mi ha contattato al telefono il mio agente non ho potuto che dire di si“.

A un certo punto, la lunga attesa pomeridiane stata squarciata da un messaggio inatteso: è arrivato al J Medical pure Claudio Filippi, il preparatore dei portieri che dal 2010 ha cambiato dal profondo il ruolo più delicato. Continua a leggere La prima giornata in bianconero di Mattia Perin

Posted on Lascia un commento

Allenamento del portiere, dall’attività di base all’alta specializzazione

CAMPI IN GOMMA RICICLATA PER I NUMERI 1 DEL CALCIO

Sul campo in erba sintetica con gomma riciclata del Centro Sportivo Bernardini di Roma Capitale uno stage formativo per allenatori dei portieri e giovani portieri, promosso da Ecopneus, UISP e con l’organizzazione del blog ilnumero1.it, condotto da Claudio Filippi, allenatore dei portieri Juventus FC, e Marco Garofalo, allenatore dei portieri del settore giovanile SS Lazio.

 Sabato 9 giugno, ore 9,30 – Centro Sportivo Fulvio Bernardini

Via dell’Acqua Marcia 51, Roma

Sport e ambiente si incontrano sul campo in erba sintetica di ultima generazione realizzato grazie alla gomma riciclata dei Pneumatici Fuori Uso-PFU del Centro Sportivo Bernardini di Roma.

Una tecnologia che risponde ai massimi standard UEFA, FIFA e Lega Nazionale Dilettanti (che sovraintende in Italia alla realizzazione di tutti i campi da calcio) e che consente prestazioni tecniche del tutto analoghe ai migliori campi in erba naturale, con anche dei vantaggi dal punto di vista gestionale ed economico (per la cura del manto verde, i trattamenti fitosanitari, il consumo di acqua per innaffiare).

Performance ai massimi livelli che hanno portato uno dei migliori preparatori dei portieri del panorama calcistico europeo, Claudio Filippi, allenatore dei portieri della prima squadra della Juventus FC e responsabile dell’Area Portieri Juventus, Marco Garofalo, allenatore dei portieri del settore giovanile SS Lazio, a scegliere il campo con gomma riciclata del Bernardini per ospitare sabato 9 giugno il corso formativo “Allenamento del portiere: dall’attività di base all’alta specializzazione”.

Il corso è organizzato da ilnumero1.it, blog specializzato sul mondo dei portieri di calcio, da Ecopneus il principale responsabile della gestione dei PFU in Italia e da UISP-Unione Italiana Sport Per tutti, per rimarcare come lo sport possa e debba svolgere anche un ruolo sociale, facendosi veicolo di messaggi positivi come la sostenibilità e l’attenzione alle tematiche del riciclo, specialmente verso le giovani generazioni.

Il corso coniuga l’innovazione nelle metodologie di allenamento dei portieri con l’innovazione tecnologica di un campo in erba sintetica di ultima generazione con intaso in gomma riciclataha dichiarato Claudio Filippi. “Campi di questa qualità sono adesso utilizzati anche nei centri sportivi di club importanti, tra cui squadre di serie A come il Bologna, l’Atalanta e la Juventus, dato che la prestazione che si ha durante l’allenamento è molto simile a quella che si ha sull’erba naturale”.

I ragazzi e gli allenatori che parteciperanno al corso affronteranno lezioni in aula e poi una sessione di esercitazioni in campo insieme ai tecnici Marco Garofalo, Francesco Cioffarellie Vincenzo Saccoccio della SS Lazio, sotto la supervisione di Filippi. Il campo sarà suddiviso in 3 stazioni, con un tecnico di riferimento in ognuna e ogni stazione avrà una proposta di allenamento diversa dalle altre; ogni 30 minuti i giovani portieri ruoteranno in modo tale da poter svolgere tutte le esercitazioni previste.

Parate, rilanci, rinvii, prese, uscite, sono infatti i gesti tecnici alla base del ruolo del portiere. Ma il calcio moderno ha portato ad un’evoluzione nella tecnica e nel ruolo dell’estremo difensore, chiamato ad esempio a partecipare sempre di più anche alla fase di impostazione offensiva della squadra. Per questo è necessaria una formazione costante, sin da giovani: non solo allenamento tecnico ma una preparazione che riesca a simulare il più possibili le reali dinamiche di gioco.

Poterlo fare su un campo di ultima generazione con gomma riciclata è un valore aggiunto per i ragazzi, per il mondo dello sport e per l’ambiente.

Il programma della giornata a questa pagina: leggi