Pubblicato il

Jgoalkeeper: presa e destrezza

Come riesce il portiere a trattenere il pallone che gli sta sfuggendo dalle mani? L’estremo difensore percepisce la poca aderenza con il pallone e, con le dita, effettua dei movimenti fini ma decisi per evitare il distacco. Gli esercizi di manualità sono un ottimo strumento propedeutico per il gesto tecnico della presa e imparare a destreggiarsi con l’oggetto di gioco è un’attività che dipende dalla capacità coordinativa occupo-manuale. Tutte le attività sportive di coordinazione ovulo-manuale sono open skill.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Da grandi azioni derivano grandi capacità 😜 #ilnumero1 #goalkeeper #portiere #golie #portero #howard #buffon

Un post condiviso da Marco Garofalo (@marcogflo) in data:

In definitiva, le mani del portiere sono come quelle di un chirurgo. Mani rozze pregiudicano il gesto tecnico della presa (leggi anche: https://www.ilnumero1.it/la-presa-alla-figura/). Continua a leggere Jgoalkeeper: presa e destrezza

Pubblicato il

Jgoalkeeper 2018: la prima puntata con il Filippi Push

La sagoma nuova che abbiamo introdotto, l’abbiamo realizzata insieme alla ditta Air-Body di nazionalità tedesca. In realtà è una sagoma gonfiabile con le maniglie. Questo ci torna utile in diverse situazioni: come oppositore nei contrasti con lo scopo di simulare nell’uscita alta la possibilità con uno scontro con gli avversari. Oppure tante volte in una situazione di cross c’è un attaccante che salta non colpisce la palla e quindi il portiere deve essere attento a valutare la traiettoria ma anche il movimento degli attaccanti. Questo tipo di sagoma è uno strumento anche per quello. L’abbiamo usata anche per simulare quelle punizioni che sono a rientrare verso la porta e dove gli attaccanti arrivano tutti verso la porta e talvolta toccano e non toccano la palla e spesso la palla finisce in porta. Per questo genere si situazioni abbiamo messo appunto questo strumento che secondo me è assolutamente prezioso“. Claudio Filippi

Ricordiamo a tutti i lettori che Sabato 9 Giugno 2018 presso il centro sportivo “Fulvio Bernardini” Via dell’Acqua Marcia, 51, 00158 Roma RM, ilnumero1.it in collaborazione con Ecopneus e Uisp Roma presenteranno il convegno “Dall’allenamento del portiere nell’attività di base all’alta specializzazione”. Tra i relatori Claudio Filippi (Juventus FC) “L’allenamento del più grande portiere del mondo” e Marco Garofalo (SS Lazio) “L’attività motoria e l’addestramento tecnico del giovane portiere“. L’evento sarà gratuito e per un numero ristretto di persone. Coloro che vorranno partecipare dovranno effettuare l’iscrizione sul blog nei prossimi giorni. Tutti i dettagli a questa pagina: https://www.ilnumero1.it/prodotto/dallallenamento-del-portiere-nellattivita-di-base-allalta-specializzazione-roma/

Guarda la seconda puntata

 

 

Pubblicato il

Il portiere nell’attività di base – le capacità coordinative e la tecnica (Foto e Video)

Questi eventi sono possibili solo grazie all’energia che ci trasmettete. Grazie di cuore ai 44 presenti al centro sportivo del Chisola, al presidente e allo staff tecnico degli allenatori dei portieri per l’ospitalità. Ci avete fatto sentire a casa. Grazie ai nostri partner Capox e ai portieri . A Il Nuovo Calcio,  Youcoach e a Luca Forti per le foto. Infine grazie ai relatori Marco Garofalo, Daniele Borri e al Mister Claudio Filippi per la sua preziosa presenza e per le belle parole in nostro supporto.

Di seguito i video in diretta della dimostrazione in campo

Pubblicato il

La tecnica fra i pali con Filippi

di Sergio Baldini (Tuttosport 24-04-2018)

TORINO. Claudio Filippi in Europa è un allenatore molto stimato. A Torino, sponda Juventus, sbarcò nel 2010 mentre a Vinovo fin dal suo arrivo furono introdotti metodi di allenamento innovativi con strumenti altrettanto rivoluzionari come la macchina spara-palloni. Il responsabile dei portieri bianconeri sarà protagonista di un seminario: appuntamento fissato per il 14 maggio alle 9.45 al Chisola di Vinovo per discutere sul tema “Il portiere nell’attività di base. Le capacità coordinative e la tecnica”. Sarà l’occasione per dibattere su un argomento che sta riscuotendo un interesse sempre maggiore fra gli appassionati, a maggior ragione perché agli aspetti teorici saranno alternate situazioni pratiche sul campo. All’appuntamento prenderanno parte, tra gli altri, Marco Garofalo in qualità di preparatore dei portieri del settore giovanile della Lazio e Daniele Borri, allenatore dei portieri dell’Under 14 juventina.

Pubblicato il

L’allenamento tecnico e coordinativo del giovane portiere nel calcio moderno – Le foto e i video

Il seminario del 19 Marzo 2018 è stato un grande momento di crescita e confronto. Un ringraziamento particolare ai tecnici Marco Garofalo, Daniele Borri e Manuel Amoroso ed alle loro società di appartenenza (Lazio, Juventus e Inter) per la disponibilità espressa. Alla polisportiva Cimiano per l’ospitalità, a Luca Forti per le foto ed ai prodotti di abbigliamento tecnico Capox. Infine a tutti i partecipanti che siete il cuore e l’anima di questi eventi. Tra gli iscritti allenatori dei portieri tesserati con le società professionistiche di Chievo Verona, Inter e Atalanta. Per tutti coloro che se lo sono persi vi informiamo che sono aperte le iscrizioni per il seminario a Torino. Vi aspettiamo.

Pubblicato il

Jgoalkeeper – Il gioco aereo, seconda parte

Le prime esercitazioni che vedrete sono di riscaldamento, tieniamo sempre conto che i ragazzi nel pre allenamento hanno svolto un’attivazione piuttosto importante in palestra e quindi vedrete delle esercitazioni di avviamento con delle uscite alte con a seguito una palla rimbalzante dopo una giravolta e dopo una capovolta. Continua a leggere Jgoalkeeper – Il gioco aereo, seconda parte

Pubblicato il

L’allenamento tecnico e coordinativo del giovane portiere nel calcio moderno

In un tempo non troppo lontano la pigrizia motoria era una cosa rara.
Erano invece ricorrenti le attività di gioco nel cortile, il rincorrersi, saltare la corda, lanciarsi la palla.

Lo sviluppo delle capacità motorie avveniva tramite il gioco di strada, permettendo così lo sviluppo armonico involontario del corpo e le relazioni sociali, di cooperazioni e convergenze di energie mirate ad un fine comune. Non esistevano le scuole sportive, abbinate all’istruzione però iniziative come i giochi della gioventù che aumentavano il regolare sviluppo motorio.

Oggi ci si è ridotti all’immobilità della casa e, secondo un rapporto di Eurydice, l’Italia è fanalino di coda tra i paesi dell’Unione Europea per le ore di educazione fisica a scuola. In questo scenario, che poco valorizza gli sport in generale, come bisogna comportarsi nello specifico trattando la figura del portiere nell’attività di base? Quali sono gli obiettivi da perseguire?

Avremo modo di discuterne insieme, Lunedì 19 Marzo con i nostri relatori Marco Garofalo (SS Lazio), Daniele Borri (FC Juventus) e Manuel Amoroso (FC Internazionale). Partecipa al seminario, iscrizioni aperte fino al 15 Marzo 2018.

Per ulteriori informazioni accedi alla pagina web