Pubblicato il

La prima giornata in bianconero di Mattia Perin

Fonte Gazzetta dello Sport 09-06-2018

ll neo portiere bianconero, dopo aver svolto le visite mediche, si è presentato così ai microfoni di J TV: “Arrivo in punta di piedi con la massima umiltà, ho tanto da imparare ma spero quest’anno dare il mio contributo quando serve e di farmi trovare pronto. C’è stato un forte interesse del club, quando mi ha contattato al telefono il mio agente non ho potuto che dire di si“.

A un certo punto, la lunga attesa pomeridiane stata squarciata da un messaggio inatteso: è arrivato al J Medical pure Claudio Filippi, il preparatore dei portieri che dal 2010 ha cambiato dal profondo il ruolo più delicato. Continua a leggere La prima giornata in bianconero di Mattia Perin

Pubblicato il

La partita vista dai pali: L’esordio di Marco Festa con il Crotone. Perin di nuovo infortunato

Quando uno di noi si fa male, il campo, i numeri, le statistiche possano in secondo piano. Questo è il momento in cui bisogno stringersi intorno a Mattia Perin, in uno di quei momenti difficili della carriera in cui anche questa volta saprà dimostrare di essere un numero uno.

Mattia tornerà più forte di prima e l’augurio di tutti è che possa tornare a farlo presto. L’estremo difensore del Genoa e della Nazionale conta 167 presenze tra i professionisti ed è tra i migliori per reattività e senso della posizione, più volte in questa stagione è stato tra i protagonisti del nostro report settimanale per le sue parate spettacolari.

In Genoa-Roma il protagonista assoluto è stato il polacco Szczesny, autore di quattro interventi nello specchio della porta che hanno di fatto consegnato l’intera posta in palio alla Roma.

L’estremo difensore giallorosso ha negato la rete Laxalt, Ninkovic e due volte a Ocampos, mantenendo indenne la sua porta. Alle quattro parate, si aggiunge un’uscita bassa che impreziosisce la sua ennesima prestazione positiva di questa stagione. Continua a leggere La partita vista dai pali: L’esordio di Marco Festa con il Crotone. Perin di nuovo infortunato

Pubblicato il

In Italia la parata fa novanta

Nell’assolvere il dovere di assemblare rose competitive, i club Serie A continuano con la scelta di privilegiare l’esperienza. Paradossalmente per il ruolo più delicato si preferisce sempre più mettersi nelle mani dei portieri cresciuti nei nostri vivai. Da Sepe e Colombi (classe ’91) al più piccolo Scuffet (classe ’96) passando per i già affermati Bardi, Leali e Perin. E’ il trionfo di una generazione, quella nata dopo Italia 90 e il ritorno prepotente della scuola italiana dopo l’onda straniera che ha segnato sempre gli anni 2000. Un segnale importante anche per il futuro della nazionale: tanti nomi tra cui scegliere l’erede di Buffon nel medio e nel lungo periodo. Continua a leggere In Italia la parata fa novanta

Pubblicato il

L’allenamento dei portieri della nazionale

I canali web ufficiali di Vivo Azzurro e delle Nazionali Italiane di Calcio pubblicano una clip con le immagini della seduta del 26 Maggio riguardante i portieri azzurri. Le immagini mostrano probabilmente la fase di riscaldamento con l’utilizzo delle porticine nelle zone laterali del campo. I portieri dopo aver effettuato la tecnica di presa (senza l’utilizzo dei guanti di gioco), hanno il compito di rilanciare  il pallone con lo scopo di indirizzarlo nel loro interno.

Pubblicato il

I portieri del futuro: “Sogniamo il Brasile!”

Bardi, Leali, Mirante, Scuffet e Peirn

“Io dei 23 per il Brasile non ho ancora deciso nulla, l’unico titolare è Buffon. Tutti gli altri sono sotto osservazione”. A tre mesi dall’inizio del Mondiale, Cesare Prandelli conferma che nessuno può sentirsi sicuro di un posto nell’undici titolare. In un’intervista esclusiva concessa a RaiSport 1, che andrà in onda stasera su ‘Zona 11 post meridiem’, il Commissario Tecnico spiega che solo Gigi Buffon può dormire sonni tranquilli: “Per me è l’unico titolare, per tutto il resto devo valutare la condizione fisica e lo stato mentale”. Dopo aver sottolineato che “purtroppo alcuni dei nostri giovani si sono persi”, il Ct si è detto soddisfatto per lo stage che si è concluso oggi a Roma e che gli ha permesso di vedere all’opera alcuni talenti emergenti: “Il bilancio è molto positivo, i ragazzi hanno partecipato con grande entusiasmo e attorno a loro c’era un buon clima. Tutti dobbiamo pensare che questi saranno i giocatori della nazionale del futuro. Non vedo lo stage come un contentino, sappiamo che i calendari sono fitti e che i club hanno tanti impegni. Dovremo dare una continuità a questo stage per farli crescere, sia da un punto di vista tecnico che mentale, per capire anche se riescono a sopportare il grande stress“. [Fonte] Continua a leggere I portieri del futuro: “Sogniamo il Brasile!”

Pubblicato il

Intervista a Buffon: “Troppi rischi: non esco più!”

Interessante iniziativa intrapresa dal Corriere dello sport: un’inchiesta sul ruolo che negli anni è cambiato più di tutti. Si parte con Gianluigi Buffon: “perché è il primo calciatore italiano per presenze in nazionale (138) e perché in qualche modo è stato lui a ispirare questa ricerca, con una conferenza stampa a Coverciano in cui spiegò perché, da parte della critica, servirebbe maggiore conoscenza del ruolo. Da lì, è partito tutto”.

L’uscita bassa è un gesto tecnico bellissimo: ero uno dei migliori. Ora ho smesso, certe regole sono contro lo spettacolo e ci limitano

Continua a leggere Intervista a Buffon: “Troppi rischi: non esco più!”

Pubblicato il

La sfida: Bardi vs Perin

Quello appena passato è stato un weekend denso di sfide. Cominciamo con il primo duello: Francesco Bardi vs Mattia Perin durante la partita Genoa-Livorno (0-0) valevole per la quarta giornata di campionato della Serie A 2013-2014. Le prossime sfide saranno quelle tra Federico Marchetti e Morgan De Sanctis e quella tra Christian Abbiati e Pepe Reina. Nel frattempo godetevi il nuovo che avanza!