Pubblicato il

Il numero 12 non è più in catene “con il turnover giocano tutti”

di Maurizio Crosetti (La Repubblica 26-09-2018)

Nove portieri della Serie A erano riserve lo scorso anno: nessuno è più titolare per sempre. Il calendario fitto e il gioco con i piedi hanno allargato le rose pure in questo ruolo.

Nel calcio mutante, il dodicesimo uomo non esiste più. Essere portiere di riserva è stata per decenni una scelta e insieme una condanna alla prigione della panchina, fine pena mai. Ma adesso è cambiato tutto, si gioca sempre (tre volte in otto giorni in questo turno di campionato stretto tra le Coppe) e servono tanti, troppi calciatori. Anche nel ruolo in teoria più rigido e meno intercambiabile, il portiere appunto, la titolarità è spesso astratta, non più un abito da indossare in eterno. Addirittura 9 portieri titolari in serie A erano riserve l’anno scorso. Stasera nella Juventus gioca Perin, dodicesimo dell’ex dodicesimo Szczesny. La catena della riserva liberata riguarda le grandi (la Juve, ma anche il Napoli con Ospina che era la riserva di Cech all’Arsenal), le medie (l’Atalanta si affida a Gollini, il Bologna a Skorupski che stava fuori alla Roma) e le medio/piccole (Sepe a Parma, Scuffet all’Udinese, Marchetti al Genoa, Gomis alla Spal, Terracciano all’Empoli). In porta c’è posto. Continua a leggere Il numero 12 non è più in catene “con il turnover giocano tutti”

Pubblicato il

Thomas Strakosha e Alisson Becker le chiavi delle porte romane ai numeri uno

La Redazione pubblica due articoli redatti in data odierna (12-07-2017) sulle pagine del Corriere dello sport, riguardanti i portieri di Lazio e Roma. I numeri uno delle società di calcio romane, hanno in comune, oltre la città in cui giocano, la nazionalità estera e due allenatori dei portieri che nelle loro sedute di allenamento, dedicano molto tempo al miglioramento della tecnica specifica. Con la nuova stagione, il portiere biancoceleste ha ottenuto la riconferma come titolare, quello giallorosso, dopo la partenza di Szczesny, la promozione come numero uno.  Continua a leggere Thomas Strakosha e Alisson Becker le chiavi delle porte romane ai numeri uno

Pubblicato il

La partita vista dai pali: Buffon e Handanovic in Juventus-Inter. Torna in porta Viviano

di Giovanni Albanese (www.bordocampo.net). Continua a leggere La partita vista dai pali: Buffon e Handanovic in Juventus-Inter. Torna in porta Viviano

Pubblicato il

La partita vista dai pali: Szczesny che parate!

di Giovanni Albanese (www.bordocampo.net).

La Juventus ha vinto il big match con la Roma, ma come sarebbe finita senza Szczesny a difendere la porta giallorossa? Il portiere polacco è stato il vero protagonista del match, in quanto le sue parate hanno tenuto in partita i giallorossi per tutti i novanta minuti. Continua a leggere La partita vista dai pali: Szczesny che parate!

Pubblicato il

La partita vista dai pali: il derby della capitale in copertina

di Giovanni Albanese (www.bordocampo.net)

Non solo il derby della Capitale, l’ultimo turno di Serie A è stato piuttosto impegnativo per tanti portieri impegnati in sfide incandescenti che mettevano sul piatto punti preziosi per la classifica. Continua a leggere La partita vista dai pali: il derby della capitale in copertina

Pubblicato il

La partita vista dai pali: quanto conta l’esperienza

di Giovanni Albanese (www.bordocampo.net)

La dodicesima giornata di campionato di Serie A vede Gianluigi Buffon collezionare 600 presenze in Serie A e Stefano Sorrentino protagonista in Chievo-Juventus. Bene Marchetti. Puggioni si fa trovare pronto.  Continua a leggere La partita vista dai pali: quanto conta l’esperienza

Pubblicato il

I portieri smontabili nel campionato a più teste

Pubblichiamo l’articolo di Roberto Beccantini “I portieri smontabili nel campionato a più teste” sul Fatto Quotidiano del 03-11-2015.

Un tempo era Zoff. In vetta si alternano Inter, Fiorentina e Roma. I protagonisti dell’alternanza (anche in negativo) sono spesso tra i pali.

In principio fu l’Inter, con cinque vittorie. Poi Fiorentina e Inter. Quindi Fiorentina, senza scorta. Altro giro, altro regalo, altra capolista: la Roma. Fino all’ultima coppia, ancora Inter e ancora Fiorentina. Evviva il mal di testa: aiuta spalmare le emozioni e a distribuire ambizioni da scudetto che, se escludiamo la Roma, nessuno covava. Continua a leggere I portieri smontabili nel campionato a più teste